fbpx

Le 6 cose da fare: osserva il bello di ogni cosa!

Non è colpa tua!

Ognuno di noi vive situazioni che lo fanno sentire bene e situazioni che alimentano malessere; si relaziona con persone che gli generano gioia e persone che gli generano rabbia; osservano atteggiamenti che amano e atteggiamenti che lo indispongono.

Ma ti sarà capitato anche di avere a che fare con persone i cui atteggiamenti ti piacevano, ti facevano stare bene e ti facevano sentire a tuo agio e poi, un bel giorno, improvvisamente inizi a notare che, di questa persona, ogni atteggiamento, azione o parola non ti piacciono più, ti irritano, non ti fanno stare bene.

Cosa pensi sia accaduto?

Pensa ad un bicchiere che contiene acqua per metà, come puoi considerarlo? Mezzo pieno o mezzo vuoto?

La verità è che dipende da cosa sei disposto ad osservare… Pensaci…

Perché, per me, il bicchiere è sempre tutto pieno, per metà d’acqua e per metà d’aria!

Le tue sensazioni o le tue reazioni non hanno niente a che fare con l’altro ma con ciò che sei disposto ad osservare di lui. L’attenzione è come l’acqua, va dove c’è un apparente vuoto da riempire; vediamo e sentiamo ciò che vogliamo vedere e sentire, perché ne abbiamo bisogno! Così una persona con cui amavi passare del tempo, ora ti infastidisce, parole che prima ti piacevano ora ti indispongono, modalità che prima ammiravi ora ti irritano.

Magari potrai sentirti in colpa perché si tratta di qualcuno a cui vuoi bene e non comprendi come ciò possa accadere.

Beh, ti farà piacere sapere che “non è colpa tua!”: la responsabilità è dei tuoi SCHEMI!

È tutta una questione di chimica: il nostro cervello tende a rifugiarsi nelle abitudini, meccanismi che ci fanno reagire automaticamente a specifiche sollecitazioni esterne attraverso la produzione di sostanze chimiche che ti impongono come reagire.

La mente, senza nuovi stimoli, lentamente si “spegne”, entra nella routine e ti porta ad etichettare queste persone come negative o incapaci quando prima erano positive e capaci, queste situazioni come problematiche facendotele vivere con disagio, percepisci di essere circondato da persone e situazioni che minano la tua felicità, fino ad etichettare la tua vita come infelice e priva di significato.

Ma la qualità della tua vita dipende dai momenti di gioia, tranquillità e benessere che sei disposto a vivere!

Quindi, o elimini dalla tua vita queste persone (ma attento/a! perché potresti lentamente fare “piazza pulita” intorno a te e rimanere solo) oppure cerchi di cogliere ciò che di bello ogni persona o situazione ti offre.

Insomma, ogni cosa, fatto o situazione si porta dietro accezioni positive o negative; se osservi quelle positive vivrai nella positività, se osservi quelle negative sarai sempre teso, avrai la percezione che nulla vada bene, che non ci sono soluzioni e vivrai infelice.

Ecco cosa puoi fare per sentire di essere incluso in relazioni belle e che ti fanno sentire bene:

  1. in questa settimana, quando sei in presenza di una situazione o persona che ti suscita sensazioni o reazioni negative, prova, con un atto consapevole, ad osservare solo quanto di bello questa persona o situazione possa avere;
  2. poi scrivi su un foglio ciò che hai osservato e ogni mattina rileggilo provando a sentire le emozioni che queste bellezze ti suscitano;
  3. dopo qualche giorno fa’ un’attenta valutazione delle tue sensazioni e reazioni pensando alla persona o alla situazione.

Se, come io penso, ne vedrai i cambiamenti, allora sei sulla strada giusta, stai già cambiando la tua biochimica.

La pace, la beatitudine, la gioia, non dipendono dalla realizzazione di obiettivi
ma solo da un
 atteggiamento mentale.
Raffaele Morelli

 

Vuoi ricevere informazioni sulle nostre attività?_______________________________________

Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *