fbpx

Regola 2 – La paura di sbagliare può farti sbagliare

Nella mia vita mi è capitato tante volte di dover fare scelte difficili…

Ad esempio, (forse già lo sai, l’ho raccontato diverse volte) prima di diventare un naturopata ed uno psicologo, sono stato carabiniere a Milano! La decisione definitiva di stravolgere la mia vita è stata preceduta da dubbi, paure, preoccupazioni. 

Sono sicuro che anche a te sia capitato di vivere sensazioni del genere.

In questi momenti, che possono riguardare qualunque sfera della tua vita, temiamo di fare la scelta sbagliata e, spesso, cominciamo a prefigurarci tutta una serie di scenari catastrofici che potrebbero verificarsi se facessimo una determinata scelta (soprattutto quando comporta l’uscita dalla nostra zona di comfort).

Ma lo sapevi che focalizzare la tua attenzione su ciò che NON vuoi che succeda, è uno degli elementi più auto-boicottanti per la tua crescita?

In psicologia è ormai nota la “profezia che si autoavvera”: se sei convinto che accadrà una cosa, inizi a comportarti come se questa cosa fosse già accaduta, così crei i presupposti per farla realmente accadere. 

Per dirla con le parole del sociologo Robert K. Merton: “La profezia che si autoavvera è, all’inizio, una definizione falsa della situazione che determina un nuovo comportamento che rende vera quella che originariamente era una concezione falsa“.

Mi fa sempre sorridere questo esempio dello psicologo Paul Watzlawick sulle conseguenze paradossali di una profezia che si autoavvera. Voglio raccontartela.

Un uomo vuole appendere un quadro. Ha il chiodo, ma non ha il martello. Il vicino ne ha uno, così decide di andare da lui e di farselo prestare. A questo punto gli sorge un dubbio: e se il mio vicino non me lo vuole prestare? Già ieri mi ha salutato appena. Forse aveva fretta, ma forse la fretta era soltanto un pretesto ed egli ce l’ha con me. E perché? Io non gli ho fatto nulla, è lui che si è messo in testa qualcosa. Se qualcuno mi chiedesse un utensile, io glielo darei subito. E perché lui no? Come si può rifiutare al prossimo un così semplice piacere? Gente così rovina l’esistenza agli altri. E per giunta si immagina che io abbia bisogno di lui, solo perché possiede un martello. Adesso basta! E così si precipita di là, suona, il vicino apre e prima ancora che questo abbia il tempo di dire “Buongiorno”, gli grida: “Si tenga pure il suo martello, villano!”

Al di là dell’ilarità di questa storia, pensaci un attimo… quante volte ti capita di prefigurarti una situazione che non ha nulla di realistico ma è solo una percezione della tua mente? Percezione che ti fa assumere comportamenti e atteggiamenti che poi fanno accadere proprio la cosa che ti sei prefigurato.

Ecco perché la paura di sbagliare può farti sbagliare! 

Il punto, però, è che non importa se sbagli o no… La vita è fatta di scelte: si può fare la cosa giusta o anche sbagliare… fa parte del gioco. Ciò che conta è l’emozione che ti guida, che ti porta a quella scelta… e le scelte motivate dalla paura portano sempre a esperienze e risultati vuoti e privi di significato. 

Allora, per aiutarti a invertire questa tendenza ad autoboicottarti, ti propongo un semplice esercizio: 

  • ritagliati uno spazio calmo e silenzioso e chiudi gli occhi; 
  • pensa ad una situazione che stai vivendo o ad una scelta che devi compiere; 
  • immagina, con più particolari possibili e come se lo guardassi al cinema, lo scenario migliore che possa verificarsi;
  • visualizzane le conseguenze e sentine le sensazioni;
  • fai l’esercizio tutti i giorni e comportati come se quello scenario fosse già realizzato.

Ciò che accadrà potrebbe stupirti.

La vita è una profezia che si autoavvera. Puoi non ottenere ciò che desideri, ma a lungo andare otterrai ciò che ti aspetti.
Denis Waitley

a cura di Natale Petti

_______________________________________

Vuoi ricevere informazioni sulle nostre attività?
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *